Post per Amore

Archivio del tag ‘amore libero’

La bellezza dell’Amore “Sempre”

senza commenti

amore saffico

Una giornata qualunque, la solita corsetta al parco, il primo caldo e quel profumo d’erba bagnata che mette le “ali” anche se ho bevuto solo acqua di fontana. Al terzo giro, goccioline di sudore segnano il percorso della mia schiena, scivolando morbide fino agli slip, ma la mia attenzione è catturata da un’ aurea di dolcezza che invade una panchina… il sospetto c’è ma non ne sono certa.

Quarto giro, ormai grondo come il super liquidator dei bastardini che invadono il mio percorso, li scanzo e li perdono, perchè comprendo la gioia d’esser finalmente al parco, fuori dalle grinfie di insegnanti ormai cotte a puntino. Intanto ascolto mix musicali e quasi vomito a causa del sigaro espirato da un nonnetto dalle spalle aguzze e inspirato dalla sottoscritta in piena salita.

La panchina è la stessa, il sospetto certezza… lei è magra, capelli cortissimi, canotta bianca, incrocia ginocchia così secche che ho paura si spezzino una volta giù dalla panca. LEI.. l’altra, ha boccoli disordinati che incorniciano un viso eccessivamente truccato considerando età, ora e caldo, ma è talmente bella che sembra un putto di cera. Abbraccia la sua amata e l’accarezza con una dolcezza che spezza le mie di ginocchia… e di giri devo ancora farne tre. Avvicina le sue labbra alle guance paffute d’amore e di collagene, quel collagene che a 17anni rende ogni viso più tondo, a 40 serve il chirurgo.

Il caldo è lo stesso anche per loro, il profumo dell’erba anche, il loro amore diverso…? “forse” ma così discreto, così pulito, così struggente, così BELLO che commuove.

Settimo giro, ultimo, quasi inciampo mentre volgo uno sguardo a quella panca, felice e per niente “Confusa” mi avvio e sorrido, l’amore è amore e basta !

Share

Scritto da Post per Amore

June 11th, 2012 alle 12:31 pm

Il linguaggio del corpo 10

senza commenti

Elisabeth Taylor ritratta da AvedonHenri Matisse e la sua modellaLili Marlene di Marlene DietrichMother's little helper - The Rolling StonesHistoire d’O di Guido Crepax

Share

Scritto da Post per Amore

September 29th, 2010 alle 9:52 am

Sexilinea

senza commenti

Share

Scritto da Post per Amore

April 12th, 2010 alle 10:42 am

Difendere il diritto all’indipendenza.

con 4 commenti

Le nuove generazioni straniere si trovano sempre più frequentemente in conflitto con la famiglia di origine per essere troppo occidentalizzate. Padri, e persino madri che non reggono l’impatto con i codici di un’altra civiltà, che sentono forte il disagio verso quelle figlie che sognano l’indipendenza, e che non riescono a sopportare il giudizio della comunità, per i quali il rispetto del codice tradizionale e la paura per quel che pensa il vicino valgono molto di più della felicità, se non della vita, delle figlie. E così preferiscono buttarle giovanissime nelle braccia di un nuovo padrone, il marito, per piegarle, scaricarsi della responsabilità e liberarsi dalla fatica del confronto e del dialogo.
Un modello culturale arcaico, risbattuto in faccia all’Occidente dalle nuove etnie pachistane, indiane, egiziane, marocchine che ripopolano i nostri Paesi.

Fotoframma dal film "Persepolis" di Marjane Satrapi

Fotoframma dal film "Persepolis" di Marjane Satrapi

«Viviamo con il cervello a metà. Una parte nel Paese della nostra famiglia. Una parte con i nostri amici. Che ci dicono di restare qui, di inserirci in questa società»
Almas, la diciassettenne pachistana rapita dal padre perché troppo attirata dalla vita occidentale, è salva, e sfuggirà a un matrimonio combinato con qualche sconosciuto della sua stessa etnia, contro la sua volontà.
Ma quante altre giovani straniere «troppo occidentalizzate» riusciranno a farla franca da un padre padrone?
Anche nel nostro paese non tanto tempo fa si combinavano i matrimoni ma per fortuna oggi abbiamo raggiunto il diritto all’indipendenza. L’amore per un figlio non dovrebbe essere così miope. Il diritto all’indipendenza è il più grande atto d’amore che noi occidentali possiamo insegnare.

 

Share

Scritto da Post per Amore

January 20th, 2010 alle 5:45 pm

Milano città dei single

con 3 commenti

Una recente indagine condotta dall’ISTAT e pubblicata sul Corriere della Sera ci mostra Milano come “La città dei single”.
Sono il 50,6% quasi come nelle città americane (New York nel 2007 contava un 51% di donne single).
In Italia la media è al 28,4%. La tendenza alla crescita delle famiglie single è in atto nel nostro Paese da un trentennio.
Le cause:

  • Molti giovani si trasferiscono dal Sud – i più imprenditori e preparati;
  • Molti anziani vedovi soprattutto donne;
  • La costante crescita di separati e divorziati;

Ma da quanto emerge dall’anagrafe milanese ci sarebbe un quarto “fattore single” legato all’immigrazione soprattutto da quando la Romania è entrata nella Unione europea. Oggi infatti ci sono molti ex clandestini registrati in Comune.
Risulta poi che solo il 15% siano contenti della loro condizione di single. La maggioranza la subisce.
Al di là dell’indagine qual’è la realtà…?

milanoSingle

Share

Scritto da Post per Amore

January 14th, 2010 alle 4:51 pm

MpConsulenze: il modo giusto di fare amicizia e conoscere persone interessanti.

Annunci e incontri per Lui - Appuntamenti per Lei - Annunci per Single - Annunci di Donne a Milano - Incontrare Ragazze a Milano