Post per Amore

Archivio del tag ‘maschio’

Il linguaggio del corpo 8

senza commenti

Mick Jagger e Jerry Hall, foto di Brigitte LacombeJoan CrawfordJack Vettrianoplayboy beach towel
Andrew Wyeth, Lovers 1981Monaco 1929Mick Jagger, She's the boss 1985

Share

Scritto da Post per Amore

July 15th, 2010 alle 1:24 pm

Il linguaggio del corpo 6

senza commenti

Charlie Chaplin sul set di Payday, 1922anni '20Humphry Bogart e Lauren Bacalljeremy ironsSuperman N.54Marlene DietrichJohnny Deep fotografato da Lance Staedler, 1993Julia Stiles e Heath Ledger fotografia di Lance Staedler

Share

Scritto da Post per Amore

June 9th, 2010 alle 3:40 pm

Lei sta con Lui solo per i suoi biscotti

senza commenti

limo-BD

hotelBD

poolBD

Lo stereotipo della gnocca con il vecchio bavoso pieno di soldi…

Share

Scritto da Post per Amore

April 14th, 2010 alle 9:23 am

Ciao maschio

senza commenti

Da un’intervista del 1965 al regista Marco Ferreri
La donna vive adesso un momento difficile, un momento disperato, comincia a sillabare, a usare le parole per riuscire ad esprimersi. La vita di un uomo e una donna è una vita di antagonismo; anche perchè la donna scarica sull’uomo tutti questi secoli di oppressione o di misconoscimento che le pesano addosso e l’uomo trova difficile avere delle possibilità di intendimento, di conoscenze in comune. Sono due modi completamente diversi, non per colpa della donna, forse per colpa dell’uomo o per colpa di una società che è stata finora una società portata avanti per lo più dagli uomini.

 

In questo splendido e surreale film del 1978 di Marco Ferreri è palese la figura decadente che assume l’uomo rispetto alla donna. C’è una mancanza di norme che regolano la vita. Mancanza di punti di riferimenti, idee condivise, indiscutibili metri di giudizio, angolazioni sicure da cui guardare il mondo, le persone e le relazioni umane. Mancanza di scogli a cui appigliarsi, dunque, mancanza di senso generalizzato.

La filmografia di Ferreri, almeno nelle sue punte più alte, non è altro che un tentativo di definire la fase storica in cui viviamo. Le pulsioni vitali si dispiegano in un consumo sfrenato e disperato (cfr altri film come “La carne” e “La grande abbuffata”), mentre l’uomo contemporaneo si rompe la schiena sotto il peso del troppo sapere e delle troppe informazioni. E ora, con internet… sappiamo tutto di ogni epoca, ormai, abbiamo miliardi di esempi da seguire, miliardi di personaggi – reali o inventati – da imitare, ma siamo deboli, cagionevoli e impauriti. Incapaci di prenderci veramente le nostre responsabilità.

La Fayette, il personaggio interpretato da Depardieu. Piange per la scimmietta morta sotto i morsi dei topi, è vero, ma lo fa soltanto dopo aver rifiutato un bimbo vero, umano, nato dalla donna che lo aveva stuprato e che però, pentita e innamorata di lui, nel frattempo era diventata la sua compagna. Ma La Fayette è sconvolto dal figlio che deve venire. Non vuole riconoscere la realtà. “Non è figlio mio – balbetta – non è figlio mio”. Solo poi dirà tutta la verità: “Ma chi se la può prendere la responsabilità?”. E lei se ne va correndo, infilandosi nella macchina verde del primo sconosciuto che passa per la strada. “Why?” c’è scritto sopra il letto di La Fayette.
Perché
è la domanda che trasuda ogni inquadratura del film. Perché questa deformità esistenziale, questo “uomo a metà”, questa anomia? Cosa c’è che non va?

L’ultima inquadratura, in cui la telecamera spia il bambino di LaFayette e la madre, completamente nudi su una spiaggia assorta e irreale lasciano presagire una speranza. Perché nonostante tutto, nonostante le deformità e le malattie, le perversioni e le brutture innaturali, le corruzioni e i vuoti di senso, la vita continua ad auto generarsi. E chissà che il senso delle cose non si riesca a trovare proprio nella vita in se stessa, nella nostra condizione mortale, nell’umanità pura e semplice.

Share

Scritto da Post per Amore

March 4th, 2010 alle 12:52 pm

MpConsulenze: il modo giusto di fare amicizia e conoscere persone interessanti.

Annunci e incontri per Lui - Appuntamenti per Lei - Annunci per Single - Annunci di Donne a Milano - Incontrare Ragazze a Milano